72 Views

25 Gennaio 2010
La Campagna è davvero amica

Al mercato di “Campagna Amica” si respira aria di soddisfazione, da parte dei clienti che ormai sono diventati molti e assidui, agli agricoltori che qui vendono i loro prodotti direttamente.
Il “prodotto a Km 0”  ha successo perché è una garanzia di qualità per tutti e la mattina al mercato di Coldiretti c’è una grande varietà di clienti.
Ci sono le persone più anziane che vengono a fare la loro spesa qui perché vogliono essere sicuri di acquistare un prodotto sano e fresco.
Al mercato di “Campagna amica”, infatti, c’è la sicurezza che frutta e verdura, ma anche formaggi e carni, esposti sui banchi, siano genuine e che vengano direttamente dal nostro territorio.
Ci sono anche le mamme, con tanto di bambini al seguito che si divertono a vedere da vicino i colori e i cibi che sono tutti i giorni nei loro piatti.
Una di loro racconta: “Vengo qui al mercato di  perché ho una bambina piccola e voglio essere sicura di trovare sul banco prodotti freschi, che magari al supermercato non sempre trovo. Ho saputo di questa iniziativa da alcuni amici: anche loro si servono qui perché ci sono prodotti di prima scelta”.
Gli agricoltori che partecipano al mercato sono piuttosto soddisfatti. I clienti di settimana in settimana aumentano e nascono anche rapporti di amicizia e fiducia.
“Le persone vengono qui perché si fidano di noi – spiega Roberta Telloli che lavora al banco dei fiori – e cercano un aiuto o un consiglio da noi del settore”.
Gli agricoltori, che partecipano al mercato di Coldiretti, hanno accolto molto positivamente questa iniziativa. D’altra parte vendere all’ingrosso frutta e verdura non è sempre conveniente per le loro tasche: quello che viene pagato nel passaggio è davvero poco, a volte non basta per arrivare a fine mese.
La signora Rita, con il marito, ha un banco di frutta e verdura e racconta: “Prima vendevo all’ingrosso, poi ho deciso di provare a vendere direttamente. Avevo un po’ paura. –  continua – ma la prima volta ho preparato il banco e a metà mattina sono andata via perché non avevo più niente. Almeno così riesco ad arrivare a fine giornata con un buon guadagno”.
C’è anche qualcuno di loro che lancia una proposta per il futuro: “La partecipazione potrebbe aumentare con l’aumentare della varietà di prodotti. Per esempio il sabato su 13 banchi ce ne sono 4 di formaggi, 4 di frutta e verdura e 2 macellerie e salumerie”.
I mercati di “Campagna Amica” potrebbero davvero integrare con successo i supermercati e abbattere i costi dei prodotti: non ci sono costi di trasporto o di imballaggio.
Qui i clienti, in definitiva, vengono perché fare la spesa è comodo e sanno che il prezzo pagato vale davvero il prodotto acquistato.

Per quale motivo produci sprechi alimentari?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi